Mostre

Inaugurazione mostra Rossoperpetuo

Organizzatore: Comune di Pergine Valsugana
Aggiungi al preferiti
Condividere

mostra personale di Annalisa Filippi presentata da Dora Bulart

Sala Maier ospiterà l'inaugurazione di "ROSSOPERPETUO", mostra personale di Annalisa Filippi presentata da Dora Bulart che vedrà la partecipazione dell'attore Nicolò Sordo e della ballerina Sabrina Campagna.
L'esposizione promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Pergine, sarà visitabile fino a domenica 9 dicembre
Artista dell'anno per il Comune di Pergine è Annalisa Filippi che inaugura una retrospettiva presso la Sala Maier di Piazza Serra.
L'artista trentina che ha studiato a Venezia con Riccardo Guarneri e Ennio Finzi, a Salisburgo con Giulio Paolini, propone qui lavori che vanno dal 2008 al 2018. La mostra racconta la scelta di Filippi di trovare un denominatore comune alla sua decennale produzione, identificato nel colore rosso, da qui il titolo ROSSOPERPETUO. La mostra che verrà presentata da Dora Bular, (che un anno fa ha aperto la galleria di arte contemporanea Contempo proprio a Pergine) traduce in arte gli aspetti positivi della natura umana, ma rimanda anche prepotentemente alla complessità e al dramma dell'esistere. Il percorso è il risultato di un coinvolgimento emotivo costante e mai distratto che si materializza nella stesura cromatica, dove i toni caldi primeggiano ed evocano la terra e il segno assume il duplice ruolo di scrittura intima e traduzione visiva. Annalisa Filippi affida se stessa, le sue domande e il suo racconto privato al colore e al segno grafico che disegna, traccia e diluisce, alludendo a un tempo senza tempo, all'inquietudine, all'essenza delle cose, al loro aspetto segreto intriso di autenticità e spirito di ricerca continuo. Il suo fare artistico sembra dichiarare tutto quel percorso di gestazione, di elaborazione messo in atto per raggiungere quel risultato, tra l'idea che la muove e l'opera finita. La mostra porta a riflettere sui percorsi della vita, cammini, sui legami profondi, quasi come in uno specchio le tele sembrano via via prendere forma umana, tra la vita e la morte. Ogni quadro nasce dal precedente e dà forza al successivo. Si sprigiona in questo modo un'energia pulsante di un rosso intenso e vivo mentre tocchi forti di gessetto sembrano segnare il tempo di un ritmo senza tempo.

CURRICULUM Nata a Trento nel 1976. STUDI Nel 1995 è maestra d'Arte applicata presso l'Istituto Statale d'Arte Alessandro Vittoria di Trento. Nel 2000 frequenta l'Accademia Internazionale d'Arte di Salisburgo con Giulio Paolini ed entra a far parte dell'Associazione degli Incisori Veneti.


validato dalla redazione


Location

Sei il proprietario di un alloggio o di una gastronomico locale e vuoi apparire qui? Per saperne di più qui